martedì 28 gennaio 2014

Passa la cera togli la cera: il settimino

Buongiorno! Per prima cosa vorrei ricordarvi il mio giveaway!

http://mesobjetsdecharme.blogspot.it/2014/01/giveaway.html
Ricordatevi che per partecipare bisogna essere follower del blog
e lasciare un commento!!





Oggi voglio mostrarvi un modo alternativo alla solita decapatura del mobile.
Non sempre è giusto o appropriato verniciare i nostri oggetti!
Eccovi un metodo che potrete usare con quei mobili antichi e di ottima fattura dove il legno ha vissuto e respirato storie.

Personalmente non credo corretto verniciare sempre tutto, non credo che lo sbiancare ogni cosa sia la sola strada per attualizzare i nostri mobili. Apriamoci ad altre tecniche, esploriamo nuovi metodi!
In linea di massima, ovviamente con qualche eccezione,  io sbianco gli oggetti o mobili più dozzinali, che non hanno carisma, o che sono troppo rovinati per essere recuperati.  Ma questa è solo la mia opinione!!!

Un po di tempo fa trovai questo bellissimo finto settimino ( finto perchè al posto dei soliti 7 cassetti ne ha solo sei).
Era molto rovinato, pieno di crepe e secco, ma più secco di così non si poteva! Aveva comunque delle bellissime venature e mi innamorai subito del suo legno caldo e datato.
Già da tempo stavo cercando il mobile giusto per utilizzare una tecnica che fino ad allora non avevo avuto occasione di provare, il cerusé.

Ho iniziato svernicianto e questo passaggio è stato molto semplice perché aveva solo poche mani di vernice e poi credo che il fatto di essere stato così secco mi abbia aiutato molto.
Dopo gli ho dato una leggera lavata per togliere tutti i residui di prodotto sverniciante.

Sono passata alla levigatura.
Questo passaggio è stato un po laborioso perché i vecchi proprietari (complimentoni!!!) devono averlo tenuto vicino ad una stufa quindi uno dei suoi lati era completamente bruciato.
Quindi ho dovuto grattar via un sacco di carbone prima di arrivare ad uno strato accettabile di legno.
Ho spolverato tutto e ho iniziato a divertirmi...

Ho passato su tutta la superficie uno strato consistente di cera bianca aiutandomi con un panno. Io ho usato la Cera Novecento, un ottimo prodotto con il quale mi trovo sempre benissimo!
Ho lasciato asciugare circa 20 minuti.

Qua inizia la parte ginnica, si perché dopo la cera bianca bisogna iniziare a passare la cera neutra, sempre con un panno, e strofina e strofina la cera bianca se ne va e voi avrete delle braccia super toniche e non ci sarà nemmeno la necessità di andare in palestra!!!
Come cera neutra io ho usato Novecento delicate wax è una cera al profumo di fiori freschi. Io ho usato questa perché delle volte mi danno fastidio gli odori forti, questa per me è perfetta.

Passa la cera togli la cera questo è il risultato finale.




Credo sia un ottimo modo per non stressare troppo i mobili.
Vi dirò che è stato un piacere passare la cera, questo mobile me ne ha chiesta così tanta che quasi ho finito il barattolo, ma adesso è liscio e nutrito in profondità, una vera soddisfazione!


E questa è la parte carbonizzata dopo il trattamento. Ovviamente non ho potuto togliere completamente il nero del bruciato, avrei intaccato troppo legno, ma credo che sia un risultato accettabile.




Ecco adesso tocca a voi fare un po di ginnastica!









31 commenti:

  1. Ciao Sara,
    grazie per questa spiegazione.
    Tempo fa abbiamo recuperato un vecchio comò della nonna.
    E' li, fermo in camera..
    Però non mi andava proprio di dipingerlo, è davvero bello e credo che dando una mano di bianco lo rovineremmo.
    Mi hai dato un ottimo spunto.. ora me lo studio bene e mi metto al lavoro.
    Poi se ho bisogno di qualche dritta di chiedo..
    Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si questa è un'ottima soluzione, io sono qua se hai bisogno!

      Elimina
  2. Sara non sai quanto sia concorde! D'altro canto la tradizione italiana é fatta di mobili artigianali, di essenze pregiate, e pitturare tutto ad occhi chiusi non mi sembra una soluzione! Anche io uso la cera bianca sui pezzi più belli, sui legno più vissuti e che raccontano... è proprio la cosa ottimale per farli parlare ancora e ancora!! Meraviglioso lavoro, davvero!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cara! Inizio ad essere n pò stanca di vedere tutto bianco... ;)

      Elimina
  3. Sono pienamente d'accordo....ci sono mobili che non si possono verniciare, sarebbe un sacrilegio dal mio punto di vista. Questo e' un bellissimo recupero, hai fatto un bellissimo lavoro!.....
    Ora vado a passare un po' di cera!
    Baci
    Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai al lavoro e dopo vedrai come sarai tonica ;)

      Elimina
  4. Bellissimo questo cassettone Sara!!! E' una tecnica che amo tanto e di cui mi aveva gia' parlato la cara Eugenia per un tavolone in cucina che se solo provo a dipingere ho il divorzio assicurato...ma non lo farei mai...e visto il risultato faro' davvero così tanto piu' che ho entrambi le cere in casa...baci...
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Monica è una soluzione bellissima, aspetto foto!

      Elimina
  5. E che ti posso dire? conosci benissimo il mio pensiero e sai che non potrei essere più d'accordo con te!
    Grazie per averci citati e per aver così superbamente illustrato il risultato che si ottiene con le nostre cere.
    Ora ti pinno!
    Fra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Francesca, per me è stato un piacere sincero. Quando vengo su in piemonte faccio sempre scorta, qua da me si trova poco...

      Elimina
  6. brava ! il nero bruciato fa parte della storia del mobile
    mi sembra questo un rovere come la mia credenza che non ho ancora "trattato" nonostante abbia acquistato la cera bianca da un anno......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, si questa è una soluzione che da ottime soddisfazioni, grazie di essere passato.

      Elimina
  7. Sono d'accordo con te cara Sara! La cera che hai usato è davvero fantastica!Riesce a far risaltare ogni mobili soprattutto quelli co questo legno magnifico!Io non vedo l'ora di usarla su dei mobili che ho ancora da parte e che mi aspettano, sono certa che è quello che ci vuole per loro! Per il resto i mobili bianchi mi piacciono molto ma no al bianco a tutti i costi.. per ogni casa bisogna cercare l'armonia!! Baciuz!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stef, dai al lavoro e aspetto foto!

      Elimina
  8. Ciao Sara....sono perfettamente d'accordo con te!!!!!
    adoro questo tuo settimino, è proprio lo stile che sposerei se fossi u pezzo di legno :)))))))))

    grazie

    RispondiElimina
  9. Hai fatto un lavoro bellissimo! Anche io uso spesso la cera bianca novecento... è buonissima... ti seguo, ma non so perchè non sono apparsa con la mia icona, ma con una anonima... Boh? Comunque sono Raffaella del blog melogranoantico... piacere di conoscerti! ^____^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Raffaella! Il piacere è tutto mio!

      Elimina
  10. Veramente bello questo comò , anche a me piace la tecnica cerusè , perchè lascia venir fuori le venature del legno e nei mobili giusti è il massimo !!! Poi le cere Novecento sono favolose , si vede la differenza , c'è la qualità e si vede !!!
    Complimenti Sara !!!
    Ti abbraccio
    Piera

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Piera, si sono molto soddisfatta del risultato infatti già ho replicato su un sacco di cose!
      A presto

      Elimina
  11. Ma che meraviglia! Un abbraccio cara Sara... e grazie per essere passata da me...
    Ah, dimenticavo.... La ricetta che mi chiedevi la trovi qui:

    http://www.vivreshabbychic.com/2013/03/sapone-handmade.html
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Graziee!! La proverò sicuramente!

      Elimina
  12. ciao Sara, grazie per essere passata, così ho scoperto il tuo blog. Complimenti! Questo settimino è magnifico e la finitura mi piace molto, mi ricorda la madia dei miei bisnonni che ho finito nello stesso modo. A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cinzia di essere passata a trovarmi!!

      Elimina
  13. Sara, vuoi sapere quanto mi piace il tuo mobile?
    TANTO........e sono d'accordo con te sulla tinteggiatura dei mobili, si a quelli "bruttini" no a quelli di legno vero!!!
    p.s.
    se poi si guadagna pure la tonicità ^_______^

    RispondiElimina
  14. Bellissimo! Ottimo lavoro...E se poi ci si tonifica...ben venga il passaggio multiplo di strati e strati di cera!
    Lelia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh Lelia!!! Tu vedessi come son tonica ;P

      Elimina
  15. hai fatto benone a usare la cera, il legno ne beneficerà
    sono d'accordo con te che, non tutti i mobili vanno laccati
    buona giornata VALERIA

    RispondiElimina
  16. Ciao Sara, che lavorone, complimenti ! bellissimo!
    grazie di essere passata a presto!

    RispondiElimina
  17. Ciao Sara,
    e' meravigliosa questo mobile che hai restaurato.
    Io devo restaurare un baule da viaggio dei miei nonni ha qualche crepa qua e la' mi consigli di stuccarlo prima o di passarci direttamente la cera bianca e poi quella neutra?
    Grazie
    Buona giornata
    Sonia

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento...